Sclerosi multipla o vecchiaia precoce? di M. Fantasia

Sclerosi multipla o vecchiaia precoce? di M. Fantasia

Parecchie persone, sfidando anche il maltempo (almeno qui al nord), ieri 1° maggio, ha approfittato del giorno di festa per fare la (almeno prima della crisi) consueta gita fuori porta.

A questa consuetudine non ha partecipato tanta gente: chi lavora, chi non può permettersi economicamente la giornata di svago (c’è sempre la crisi, checchè ne dicano i nostri politicanti), chi non ne ha voglia, e chi è malato.

In questo giorno di festa c’è inoltre chi continua a partorire, o ad abortire, visto che certi pensieri possono essere equiparati ad aborti, teorie pittoresche e per qualcuno insultanti. Ieri, in questo giorno di festa c’è stato un “illuminare” catanese che ha elaborato una teoria stupefacente sulla Sclerosi Multipla. Questo libero professionista di Facebook, a detta di tutti medico, ha sentenziato:

“Cosa ha di diverso la SM dalla vecchiaia? Io ci vedo molte similitudini tanto che ad oggi sono convinto che la sclerosi multipla è una specie di senescenza precoce”.

Sono strabiliato, ed abbastanza offeso e siccome io e tutti noi di ScleroWeb siamo sempre e solo dalla parte di chi è malato, sono anche un po’ arrabbiato. Perché? Perché questo giudizio viene messo in piazza, su Facebook, così sguaiatamente non dopo una serie di studi e pubblicazioni che certificano una simile condizione, né da una persona che fa tutt’altro lavoro, ma da un signore che, sempre a detta di tutti, è un medico.

Ottimo!! Adesso chi glielo va a dire al ragazzino che vince questa macabra lotteria “Non ti preoccupare, hai la SM, niente di preoccupante, sei solo diventato vecchio precocemente”, oppure a chi sta faticando sotto i colpi di maglio di questa patologia, ed è nel bel mezzo di una crisi depressiva “Hai la SM? Ma dai, non ti preoccupare, sei solo diventato vecchio prima del tempo”.

Ripeto, l’avesse detto (o scritto) una casalinga disperata, mi sarei fatto una grassa risata, ed avrei ironizzato su questo briciolo di scienza buttato in pasto ai villici malati, ma se l’autore di questo aborto di pensiero è un medico, la cosa mi fa leggermente schifo, e mi dispiace per i quattro gatti che continuano ad osannare questo libero professionista di Facebook. Il mio pensiero è esteso anche ai pazienti di questa persona che, a detta di tutti, è un medico.

A questo punto mi chiedo: ma allora che senso ha aprire il collo della gente e re sezionare il mitico muscolo omoioideo, padre di tutte le sfighe sclerotiche e cavallo di tutte le battaglie del nostro “illuminare” siculo? Tanto è un muscolo vecchio.

Adesso chi lo va a dire a tutti i ricercatori che, soprattutto in questi ultimi anni, stanno molto lentamente procedendo nello studio delle cause di questa patologia neurodegenerativa, che hanno sbagliato tutto: La SM non è una malattia che ha cause che spaziano dal sistema immunitario a quello venoso, dalla mononucleosi alla conformazione muscolare del collo, no.

È UNA MALATTIA GERIATRICA.

Aspettiamo trepidanti ferragosto, perché scommettiamo che, sempre dalle pagine di Facebook e sempre dallo stesso “illuminare”, verrà annunciata la sconvolgente verità che LA SM NON ESISTE, È UNO STATO DELLA MENTE, E PER CURARSI BISOGNA ANDARE DALLO PSICOLOGO.

Quindi, cari illusi pazienti, non fatevi abbindolare da chi usa riviste e consessi scientifici altamente qualificati per mostrare al mondo le proprie teorie e scoperte. Andate su Facebook, dove troverete le perle di scienza infusa di questo “illuminare”, ed invece che dell’integratore, o di un farmaco, o di una angioplastica, prendete qualche dose di Gerovital. Vi sentirete più giovani e scattanti.

Grande “illuminare”, GRAZIE DI ESISTERE!!!

Mario Fantasia